Veduta aerea
Teatro Nicola degli Angeli
Panorama al tramonto
Palazzetto del Podestà
Parco Eleuteri
Campagne monteluponesi
Porta Santo Stefano
Sagra del carciofo
Cripta di San Firmano
Abbazia di San Firmano
Pinacoteca civica
Fonte Bagno
Scorcio del borgo
Palazzo Comunale
Panorama con girasoli
Apimarche - Sbandieratori
Apimarche - Smielatura
Panorama con la neve

I prodotti tipici dell’agricoltura monteluponese non hanno un proprio marchio di qualità nè una rete di commercializzazione, vengono coltivati quasi esclusivamente per il consumo familiare; tuttavia, visitando le aziende agricole locali, è possibile farne provvista. Essi sono: il carciofo marchigiano, il miele, gli ortaggi, l’olio extra vergine di oliva, il vino, il pregiato vino cotto.

I piatti tipici

Antipasto:
“Lo salato” (prosciutto crudo, lonza, salame lardellato e “Ciauscolo”, accompagnati da olive, carciofini locali sott’olio). Pizza co li sgrisci.

Primi piatti
I Vincisgrassi: prendono il nome, alla fine ‘700, dal generale austriaco Windisch Graetz, che ne dettò la prima ricetta.
Gli gnocchi di patate al sugo di papera (anitra).
Le tagliatelle fatte a mano.
I quadrucci: minestra fatta in casa in brodo di gallina.

Piatto unico
I Frascarelli; simile alla polenta ma con farina di grano tenero, conditi con salsicce, carciofini, pomodori. Esiste una variante che include il riso tra gli ingredienti; il piatto allora viene detto riso corgo.
La polenta intinta nella “sapa” (vino cotto liquoroso e denso).
Le Fette: pane raffermo bagnato e cotto assieme a: brodo vegetale, uova, formaggio.

Secondi piatti
Le cucciole: lumache di terra, cotte in padella con pomodoro e finocchio selvatico. Le cucciole vengono raccolte dopo la pioggia e tenute sotto la crina, a spurgare, per almeno 3 settimane.
Il coniglio in porchetta.
L’oca arrosto: piatto tipico del “tempo della mietitura”.

Contorni
Carciofo monteluponese alla Judea.
Fava ngreccia.

Vini
Bianco dei colli maceratesi.
Rosso piceno.

Dolci
I Pupi di lievito, i Piconi, nel periodo carnevalesco gli Scroccafusi e le Sflappe.
I Sughitti: preparati con mosto d’uva appena colta, farina di grano e noci.
Le Zeppole, ciambelline di metà quaresima.

Dessert
Vino cotto.

LE RICETTE

Carciofi alla judea
Preparare i carciofi scartando le parti più esterne, quindi farcire l’interno con finocchio selvatico e erbe aromatiche (maggiorana, prezzemolo, mentuccia, aglio..,), sale. Cuocere i carciofi predisponendoli affiancati in posizione verticale in una pentola idonea, avendo cura di annegarli completamente con una combinazione di vino bianco e acqua. Servire con l’aggiunta di olio extra vergine di oliva crudo.

Vincisgrassi
Ingredienti per il sugo (6 persone): 250 g. di magro di vitello, 2 stomaci di pollo, ossa di midollo, 1/2 bicchiere di vino bianco, 50 g. di burro, cipolla, sedano, carota, mezzo chilo di pelati, conserva, 1 bicchiere di latte, 200 g. di animella di vitello, 50 g. di lardo battuto.
Ingredienti per la pasta: 3 uova, 30 g. semolino, 30 g. burro, 1/2 bicchiere vino cotto, 250 g. farina.
Ingredienti per la besciamella: 30 g. di burro, 1/2 litro di latte, 3 cucchiai di farina, noce moscata, sale.
Ingredienti per il condimento: 80 g. di parmigiano, 30 g. di burro.
Lessare le animelle, spellarle e farne dadini. Far sciogliere lardo, burro, odori, e rosolare il tutto, quindi aggiungere la carne, le ossa, gli stomaci versando il vino bianco. Al momento opportuno aggiungere pomodori, conserva e far cuocere il sugo; a metà cottura aggiungere latte, acqua e quindi salare.
Tagliare la carne a dadini, passare il sugo nel passaverdura e rimettere carne e sugo in pentola per altri 15 minuti.
Fare la pasta e stenderla, poi tagliarla a quadrettoni da 10-15 centimetri, scottarla in acqua bollente salata e passarla in acqua fredda sempre salata. Disporre la pasta ad asciugare su una tovaglia. A parte sciogliere il burro, aggiungere farina e latte mescolando uniformemente; far bollire per 5 minuti poi mettere la noce moscata e il sale. Prendere una teglia da forno, imburrarla e disporci il primo strato di pasta:
condirla con sugo e besciamella, formare un secondo strato e condire con burro, sugo e parmigiano. Completare gli strati fermandosi 2 centimetri sotto il bordo della teglia, quindi coprire con besciamella e lasciare riposare per alcune ore. Cuocere al forno per 45 minuti a 200 gradi.
Portare in tavola dopo che i vinciscgrassi siano leggermente raffreddati e abbiano formato la crosticina superficiale.

Fava ngreccia
Ingredienti: 1 chilo di fava secca, 1/2 bicchiere di olio extra vergine di oliva, 100 g. di alici, 30 g. di capperi, prezzemolo, aglio, aceto, sale, pepe. Lessare e salare le fava, preparare la salsa con alici, aglio, capperi e prezzemolo tagliati finemente. Condire con sale, pepe, olio, aceto e versare la salsa sulle fave. Servire fredda.

Piconi
Ingredienti per la pasta: burro 250 g., zucchero 200 g., 5 uova, 1 limone, 500 g. di farina.
Ingredienti per il ripieno: 500 g. di ricotta, 100 g. di zucchero, 5 uova, cannella, rhum, limone.
Preparare la pasta frolla e metterla in frigo. Preparare il ripieno unendo ricotta, cannella, zucchero, limone grattato, rhum e 4 rossi d’uovo. Stendere la pasta frolla e tagliarla a dischetti di circa 8-10 cm. Mettervi sopra il ripieno, chiudere a mezzaluna e pennellare col tuorlo d’uovo. Cuocere per 30 minuti in forno a 150°.